Prossimi alla stampa

 

 

La d’if avvisa i suoi lettori della prossima pubblicazione di due nuovi saggi del cuore:
Il rovescio d’autore. Letteratura e studi letterari al tramonto dell’età della carta di Gabriele Frasca e un volume di Stefano De Matteis dedicato a Ernesto de Martino e contenente interventi di grandi studiosi come Carlo Ginzburg e Riccardo Di Donato.
È possibile prenotarli inviandoci un’e-mail.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Consigli di lettura

 

LO SPOPOLATOIO

Questo saggio, ripercorrendo l’immaginario dantesco che attraversa l’intera produzione dell’autore irlandese, e portando allo scoperto la tensione matematica che la sorregge, senza dimenticare il debito contratto col magistero joyciano, si offre al lettore nella speranza di contribuire a risarcire un’assenza fin troppo grave nella nostra cultura.

LA SUSINA

Da quale immaginario poetico nasce un frutto così succoso, musicale e sonoro quale La susina a nutrire la fantasia della Durante, già così giovane e così esperta di nuovi versi e nuovi ritmi? Per scoprirlo non c’è che da leggere tutta d’un fiato la sua raccolta, libera com’è da vecchie giunture metrico-retoriche, da topoi della tradizione e da poco arditi sperimentalismi. E allora la raccolta può trasformarsi magicamente sotto gli occhi e nell’orecchio del lettore, anche grazie alla scarsa interpunzione e mai di fine pagina, in un poemetto dove le parole fluttuano sulla carta o in voce con ritmi che lei sola sa usare e comunicare.
IL PIANTO DELL'ARAGOSTA

Scene di vita quotidiana con poeta per cantarne usi, abusi e slang di modi e parole tipici della riviera romagnola fino a un «poetico tranqui», ignoto al resto degli italiani, e su tutto il condimento non solo acustico (l’immagine avrà pur essa un significato simbolico!) del
Pianto dell’aragosta. Una sintesi non improbabile dell’operetta di Marco Simonelli? Ma se la lettura si focalizza sulla dinamica della coppia io/tu, focus della voce poetica e del suo pianto; o sull’autoritratto proemiale o sul titolo della raccolta con Prove tecniche di pianto a far da contralto, ecco che la prospettiva cambia e il lettore potrebbe scoprire altre sfaccettature con annesso pathos dei dolori del giovane poeta.
IL NIDO DELL'ANEMONE

Nei cataloghi degli editori e nelle scansie delle librerie c’è ancora spazio per la grande lirica contemporanea? E se sì, con quali innovazioni, linguaggi e concezione dell’io? E il paesaggio, non solo quello sonoro o metropolitano dei giovani poeti, ma anche quello dei luoghi poco frequentati dall’uomo, può stuzzicare il gusto dei lettori postmoderni? A leggere questo saggio su Philippe Jaccottet, ormai novantenne, o anche un testo poetico di Fabio Pusterla, che lo studia ormai da circa un trentennio, parrebbe di sì.
VERSO ITACA

Verso Itaca riscrive nella struttura del romanzo moderno l'antico immaginario inserendo un punto di vista attuale evidente, oltre che nella narrazione rapsodica, nei nove avantesti. La trama prende le mosse dal mito di Telègono, figlio di Circe, che va in cerca di suo padre; mito che fa da cornice e da sfondo alla narrazione delle altre storie eroiche della grecità arcaica. Si vedano anche i miti che richiamano gli intrecci delle saghe fantasy, per non parlare della ricerca del padre o della sua uccisione…